.
Annunci online

eDEMOCRAZIA
BLOG DI CARLO ANIBALDI - Come cambia la Democrazia al tempo della Grande Rete
30 luglio 2008
Il Primato della Cultura vacilla, al tempo della Grande Rete

(di Carlo Anibaldi – Luglio 2007)

Tornando indietro anche solo fino agli anni ’50 vediamo alti tassi di analfabetismo e scolarizzazione mediamente bassa. Economia prevalentemente agricola. La diffusione capillare di televisione, telefono ed automobile erano ancora di là da venire. In una società così configurata (e più ancora nei decenni precedenti) il bene impagabile, il riferimento per chiunque, in Italia e altrove, era la Cultura. Gli ambienti privilegiati e le persone di grande riferimento all'interno della società avevano solide basi culturali. Dunque non il primato del danaro o del potere politico o del lavoro, ma il primato della Cultura. Il ricorrente tentativo dei poteri forti di amalgama con questo elemento ed il fenomeno del mecenatismo stanno qui a sottolineare questo concetto. Tutto ciò è stato vero per centinaia di anni, con diversi accenti, sfumature e tentate rivoluzioni. Quello che qui si vuole evidenziare è il lento, ma costante declino di questo primato, da qualche decennio a questa parte.

Che cosa ha potuto scardinare una base societaria tanto solida? La risposta, oramai evidente, è nella novità di un’enorme massa di informazioni oggi a disposizione e la capillarità della loro penetrazione, fenomeno inimmaginabile fino all’avvento delle tecnologie e dei metodi informatici. I tradizionali santuari della Cultura hanno visto i loro tesori trasformarsi in dati asciutti, sintetici, circostanziati, verificabili in tempo reale e soprattutto largamente disponibili. Presto ci si è dovuti render conto che l’informazione puntuale costituisce potere, in ogni campo, in un mondo dinamico, profondamente cambiato, come quello di oggi. Per dirla in altro modo: è la larga disponibilità dei dati, più che la loro quantità, che ha determinato la perdita di potere della cultura tradizionale che, per definizione, è elitaria. Tanto è vero che la politica, il potere e l'economia, da secoli a tutt'oggi, lusingano e "arruolano" esponenti del mondo culturale e accademico.

Ma il mondo sta cambiando ad una velocità inconsueta. Gli -ismi del XX° secolo si frantumano sotto l'evidenza di enormi quantità di Dati diffusi capillarmente.

In ogni campo i professionisti di oggi, qualche volta loro malgrado, devono quotidianamente confrontarsi con questa nuova realtà che vede il primato della Cultura cedere sotto il peso di un invadente quanto salutare primato dell’Informazione. Quale Direttore di Scuola caldeggerebbe oggi metodiche che si discostino dai dati delle evidenze internazionali? Quale Casa Farmaceutica o Industria Alimentare proporrebbe prodotti e procedure non ampiamente validate a livello internazionale? Ogni consumatore oggi può avere in pochi minuti sul proprio computer il meglio delle evidenze mondiali su ogni anfratto del conoscibile.

E che dire dell'informazione erogata dai Media nazionali e locali? Gli interessi di Partito, di cordata, economici e di Fede, continuano a cercare di "Fare Opinione", lo hanno sempre fatto perchè è la strada maestra per esercitare e amministrare il Potere, ma oggi è più difficile "Fare Opinione" perchè la Grande Rete Internet è costituzionalmente restia a farsi imbrigliare su "polpette" preconfezionate nelle sedi di Partito, la sua capillarità non lo consente, nemmeno ai più astuti e ricchi Opinion Maker.

Ultimo, ma non ultimo, il Terzo Mondo. Hanno potuto di più i semplici SMS da cellulare che decenni di politiche di aiuti umanitari. Con un solo SMS è possibile informare della disponibilità di pesce pescato il mercato con maggiore domanda e vendere la partita in tempo utile. Con un solo SMS si informa di tonnellate di mais disponibili a trovare un compratore fuori dal proprio comprensorio. Il vero aiuto al Terzo Mondo è l'abbattimento del Digital Divide. Infatti le maggiori organizzazioni mondiali (OMS, ONU, FAO, UNESCO, ecc...) si stanno muovendo in questo senso.

Contro questo dato di fatto si infrangono pregiudizi, opinioni e poteri consolidati. I primati crollano e se ne ergono di nuovi. Inutile opporsi, inutile resistere, in quanto attiene a quel tipo di cambiamenti non contrastabili, ma solo assecondabili oppure cavalcabili, a seconda del temperamento e dell'interesse per le nuove cose e del tempo che possiamo dedicarvi. Allo "zoccolo duro" dei tradizionalisti, idiosincratici verso le tecnologie avanzate, potremmo sottoporre, per trasposizione, questa riflessione: cosa costituì vero progresso nei trasporti alla fine del XIX° secolo? Aggiungere cavalli al tiro della carrozza oppure l’invenzione della macchina a vapore?




permalink | inviato da carlow il 30/7/2008 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.



Web Counters
VISITE
Web Counter

”Il CONTATTI

DossierDeMagistris

Add to Technorati Favorites

 

 

 

 

 

LA STORIA DEL '900  ITALIANO

VISTA ATTRAVERSO

277 PRIME PAGINE
 


Musica di sottofondo: click sul player

 

 

Il '900 in Prima Pagina
Galleria fotografica del '900
Foto Prima Guerra Mondiale
Foto Seconda Guerra Mondiale
Filmati (formato AVI) e Cartine
Desktop animato del '900 
Desktop Foto del '900
Can Can di Offenbach
Inno d'Italia (edizione storica)
Internazionale (audio wav)
Giovinezza (audio wav)
1900, Parigi Expo Universale: La Belle Epoque
Poster Belle Epoque 
1909: il Futurismo di Marinetti
1909: Nobel per la Fisica a G. Marconi  (voce)
1912 - prime pagine sul naufragio del Titanic
1903-1914, L'Età Giolittiana
1918, La Rivoluzione Russa
1918, 4 Novembre: Bollettino della Vittoria
1919, Il Trattato di Pace di Versailles
1925 Charleston
ll Gangster Movie nell'America dei gangster
1929 Il Tango delle Capinere (ascolta)
Album fotografico anni '20
Album fotografico anni '30
Album fotografico anni '40
1927: la transvolata di Lindbergh
1927: storia di Sacco e Vanzetti (audio podcast)
1937: disastro dell'Hindemburg
1936 - 1939: Africa Orientale Italiana
1938: Einstein spiega la sua formula
1938, primo marzo, muore Gabriele D'Annunzio
Polonia: 1 Settembre 1939 (cartina militare)
1939 - filmato a colori della Germania nazista
BBC Audio Churchill 1 (traduzione 2 - 3
1940 W. Churchill: "This was their finest hour"
La vita di Winston Churchill (1874 - 1965)
Cabinet War Room
1939 - 1945: Timeline
Foto Seconda Guerra Mondiale
1940,10 Giugno: dichiarazione di guerra di Mussolini
The Great Crusade (cinegiornale USA 1945) finestra
Jux Box anni '40  1 - 2 - 3 - 4       1937: Lili Marlene
1940 "Mamma" -  1942 "La Strada nel Bosco"
Dicembre 1940: Raid aerei su Londra  1 - 2
1941, 7 dicembre: attacco a Pearl Harbour
1942 - "Casablanca"
1942, Conferenza di Wannsee
Cartine Offensiva in Italia: Anzio - cartina  Cassino
1944 - "cicalino" BBC nell'Europa occupata
1944 Americani a Roma

Album fotografico della Shoah (pdf)

6 Giugno 1944: D-Day
D-Day - cartina del primo giorno dell'Invasione
6 Agosto 1945: Hiroshima
Berlino: 1936 - 1945, La caduta degli "dei"
1939 - 1945 - Grida dalla Terra: "le cifre"
1939 - 1945 - Grida dalla Terra: i Lager
La "Guerra sporca di Mussolini"
1946 De Gasperi alla Conferenza di Parigi (audio)
Dicembre 1947: la Costituzione repubblicana
Gennaio 1948: assassinio del Mahatma Gandhi
1952: Toscanini dirige la 9a Sinfonia di Beethoven
Dopoguerra:la "denazificazione" fallisce in Germania
Dopoguerra: la "defascistizzazione" fallisce in Italia
1956 - La Rivoluzione Ungherese
1961 - 1989 - Il Muro di Berlino
1962: Il fenomeno Beatles, 79 filmati
1962: Giovanni XXIII "discorso della luna"
JFK - Berlino 1963 "Ich Bin Ein Berliner"
1963, 22 Novembre: assassinio di J.F. Kennedy
1963 - Martin Luther King: "I Have a Dream..."
1964 - 1975 la Guerra in Vietnam
1966, 4 Novembre: alluvione di Firenze
E. Fitzgerald - Berlin 1968
1968, La Rivolta studentesca in Italia
1968, 18 Marzo - Bob Kennedy, discorso Kansas Univ.
1968, 8 Giugno: Robert F. Kennedy Funeral Train
1969-1981: gli Anni di Piombo
1973, 11 Settembre - Colpo di Stato in Cile
1978 Prime Pagine dei 55 giorni del rapimento Moro
1983 - 1993: gli Anni di Fango
1992: la mafia uccide i giudici Falcone e Borsellino
1997, 6 Settembre: "Goodbye England Rose"

 



Bavaglio
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Introduzione di Pino Corrias
Prezzo: euro 12,00
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna


I cinesi non muoiono mai
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
 


Il partito del cemento
di Marco Preve e Ferruccio Sansa 
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
 


Il ritorno del principe
di Saverio Lodato e Roberto Scarpinato
Prezzo: euro 15,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna


Non chiamarmi zingaro
di Pino Petruzzelli
Prezzo: euro 12,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna


L'attentato
di Andrea Casalegno
Prezzo: euro 12
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna


Voglia di cambiare
di Salvatore Giannella
Prezzo: euro 13,40
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna


Se li conosci li eviti
di Peter Gomez e Maco Travaglio
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna


Viaggio nel silenzio
di Vania Gaito
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna
 


Doveva morire
di Ferdinando Imposimato e Sandro Provvisionato
Prezzo: 15,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna





Nostra eccellenza
di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: 12,00
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna
La giornata del risparmio energetico

 



Sparlamento. Vita e opere dei politici italiani

di Carmelo Lopapa
Prefazione di Dario Fo e Franca Rame
Prezzo: 14,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna
 



La Repubblica del ricatto

di Sandro Orlando 
Prefazione di Furio Colombo
Prezzo: 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
Gli aggiornamenti










Mani sporche
di Gianni Barbacetto, Peter Gomez, Marco Travaglio
Prezzo: 19,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
Ascolta l'incipit
 


 



 


 


 




Sante ragioni
Autori: Carla Castellacci, Telmo Pievani
Prezzo: 13,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna



A piedi
Autori: Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro
Prezzo: euro 13,00
Collana: reverse 
Vai alla rubrica
La rassegna



Il giorno in cui la Francia è fallita
Autori: Philippe Jaffré, Philippe Ries
Prefazione di Francesco Giavazzi
Vai alla rubrica
La rassegna

Capitalismo di rapina
Autori: Paolo Biondani, Mario Gerevini, Vittorio Malagutti
Collana principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna



Toghe rotte 
A cura di Bruno Tinti 
Prefazione di Marco Travaglio
Vai alla rubrica
La rassegna
Ascolta l'incipit



Siamo Italiani
A cura di David Bidussa
Prezzo 10 euro
Vai alla rubrica
La rassegna



L'Agenda Rossa di Paolo Borsellino
Autori Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza 
Prezzo 12 euro 
Prefazione di Marco Travaglio
Vai alla rubrica
La rassegna



Il Paese della Vergogna
Autore Daniele Biacchessi
Prezzo 9,50
Prefazione di Franco Giustolisi
Vai alla rubrica
La rassegna



Italiopoli
Autore Oliviero Beha
Prezzo 13,60
Prefazione di Beppe Grillo
Vai al blog su Italiopoli
 
Giovanni&Paolo
  >



IL CANNOCCHIALE