.
Annunci online

eDEMOCRAZIA
BLOG DI CARLO ANIBALDI - Come cambia la Democrazia al tempo della Grande Rete
diritti
16 dicembre 2009
I PRIVILEGIATI E I DEPRIVATI: UNA VECCHIA STORIA

Se vogliamo essere seri e cominciare a cercare di comprendere il fenomeno del privilegio in Italia, non dobbiamo partire da quel nostro nipote impiegato alle Poste che ci evita la fila ai conti correnti. Dobbiamo andare molto più indietro e guardare alle grandi fortune occorse a parecchi nostri concittadini. Badate bene che questo non è un Tour nell'invidia sociale, su cui si aprirà semmai un'altro capitolo, ma il tentativo di comprendere di cosa siamo fatti e perchè.

Vivere a Roma è complicato e sublime al tempo stesso, lo sanno bene i miei amici romani, ma offre anche opportunità insperate di 'stare dentro' alle cose di cui parliamo. Potremmo andare a ritroso nel tempo davvero tanto, ma sarà sufficiente guardare agli ultimi cinquecento anni, che a Roma sono impressi nelle 'pietre' di tutti i giorni; nel negozietto del nostro merciaio, in quelle della libreria all'angolo e del macellaio, come in quelle della nostra banca e della jeanseria che ha aperto il mese scorso. Ogni strada del centro ha almeno un palazzo storico di prestigio, con stucchi ed arazzi, soffitti affrescati ed indicazioni turistiche delle famiglie che vi hanno abitato nei secoli e non raramente fino a tutt'oggi. Il privilegio acquisito da queste famiglie affonda le radici nel tempo, a quel tempo antico dove alcuni nascevano con tanta terra di antica proprietà e l'occasione sociale di farla coltivare e produrre da moltitudini di contadini che in cambio avevano finalmente di che sopravvivere, un piatto di minestra o poco più. Questo tipo di organizzazione sociale produceva enormi ricchezze per alcuni privilegiati e queste furono le famiglie che diedero i natali a papi, principi e cardinali, a banchieri e armatori.
I banchieri, fin da allora, non aspettavano il cliente sulla porta, ma finanziavano guerre e le successive ricostruzioni, moltiplicando le fortune e l'influenza su principi, Re, papi ed avventurieri di ogni terra, vicina e lontana, in una parola, determinarono il corso della Storia, in Europa e poi oltremare.

Siamo partiti dall'ABC del privilegio per inquadrarlo come merita: il mondo ha avuto ed ha dei PADRONI e non raramente ci troviamo, oggi come allora, di fronte alle stesse persone, per il tramite di figli, nipoti, pronipoti che assicurano il moltiplicarsi dei patrimoni.

Negli ultimi cinquecento anni sono cambiate alcune cose, ma perlopiù di facciata. Un tale sistema di arricchimento e accumulo di privilegi non può avvenire a caso, non è mai accaduto, ci sono infatti regole ferree che si sono tramandate e di poco cambiate poichè hanno assicurato il successo per secoli. La principale di queste regole, per quanto gli economisti ci girino intorno, è quella che a fronte del privilegio ci deve essere la deprivazione. L'una è funzione dell'altra, indissolubilmente, e le idee di equità sociale sono viste come la rovina e combattute con ogni mezzo, anzi, con grande dispendio di mezzi adatti allo scopo di mantenere lo statu quo.
I grandi movimenti di rappresentanza dei lavoratori, nati in Inghilterra nel corso della Rivoluzione Industriale, a metà dell'800, hanno acquisito potenza e diffusione in Europa fino allo scoppio della prima guerra mondiale. Il fenomeno sociale che portò i lavoratori (cioè gli ex schiavi e poi gli ex servi e poi gli ex sudditi) al centro della Storia, vide il culmine con la Rivoluzione d'Ottobre nella Russia degli Zar, nel 1918.
In Italia i fermenti dei deprivati ripresero con determinazione dopo la fine della prima guerra mondiale, ma i privilegiati di cui abbiamo parlato più sopra non stettero al pericoloso gioco per molto e nei primi anni venti nacque, come per incanto e con soldi, tanti soldi, una destra non storica e parlamentare, ma rivoluzionaria, che consegnò per un ventennio il Paese a Mussolini, braccio armato di quelle famiglie di cui ammiriamo tutt'oggi i sontuosi palazzi nel centro e sulle colline delle nostre città.

Dunque, riepilogando, abbiamo in campo due schieramenti, gli stessi da molti secoli: i privilegiati e i deprivati. Dopo le lotte sindacali degli anni '60 e '70, la gente che al mattino si alza per andare a lavorare o cercare lavoro, aveva ottenuto 'dispendiose' acquisizioni di diritti, ma poi venne il 'lavoro flessibile', le finte partite IVA, i CoCoCo e CoCoPro, la 'bolla' finanziaria e la "nuova" destra, con il principio di Libertà distorto fino a far gridare ad intere folle: LIBERA VOLPE IN LIBERO POLLAIO! Le cose sono insomma tornate al loro posto, quello di sempre, con una società spaccata tristemente in due come ai tempi del papa-Re: privilegiati da una parte e deprivati (derubati) dall'altra.

Carlo Anibaldi, Dicembre 2009
 




permalink | inviato da carlow il 16/12/2009 alle 14:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.



Web Counters
VISITE
Web Counter

”Il CONTATTI

DossierDeMagistris

Add to Technorati Favorites

 

 

 

 

 

LA STORIA DEL '900  ITALIANO

VISTA ATTRAVERSO

277 PRIME PAGINE
 


Musica di sottofondo: click sul player

 

 

Il '900 in Prima Pagina
Galleria fotografica del '900
Foto Prima Guerra Mondiale
Foto Seconda Guerra Mondiale
Filmati (formato AVI) e Cartine
Desktop animato del '900 
Desktop Foto del '900
Can Can di Offenbach
Inno d'Italia (edizione storica)
Internazionale (audio wav)
Giovinezza (audio wav)
1900, Parigi Expo Universale: La Belle Epoque
Poster Belle Epoque 
1909: il Futurismo di Marinetti
1909: Nobel per la Fisica a G. Marconi  (voce)
1912 - prime pagine sul naufragio del Titanic
1903-1914, L'Età Giolittiana
1918, La Rivoluzione Russa
1918, 4 Novembre: Bollettino della Vittoria
1919, Il Trattato di Pace di Versailles
1925 Charleston
ll Gangster Movie nell'America dei gangster
1929 Il Tango delle Capinere (ascolta)
Album fotografico anni '20
Album fotografico anni '30
Album fotografico anni '40
1927: la transvolata di Lindbergh
1927: storia di Sacco e Vanzetti (audio podcast)
1937: disastro dell'Hindemburg
1936 - 1939: Africa Orientale Italiana
1938: Einstein spiega la sua formula
1938, primo marzo, muore Gabriele D'Annunzio
Polonia: 1 Settembre 1939 (cartina militare)
1939 - filmato a colori della Germania nazista
BBC Audio Churchill 1 (traduzione 2 - 3
1940 W. Churchill: "This was their finest hour"
La vita di Winston Churchill (1874 - 1965)
Cabinet War Room
1939 - 1945: Timeline
Foto Seconda Guerra Mondiale
1940,10 Giugno: dichiarazione di guerra di Mussolini
The Great Crusade (cinegiornale USA 1945) finestra
Jux Box anni '40  1 - 2 - 3 - 4       1937: Lili Marlene
1940 "Mamma" -  1942 "La Strada nel Bosco"
Dicembre 1940: Raid aerei su Londra  1 - 2
1941, 7 dicembre: attacco a Pearl Harbour
1942 - "Casablanca"
1942, Conferenza di Wannsee
Cartine Offensiva in Italia: Anzio - cartina  Cassino
1944 - "cicalino" BBC nell'Europa occupata
1944 Americani a Roma

Album fotografico della Shoah (pdf)

6 Giugno 1944: D-Day
D-Day - cartina del primo giorno dell'Invasione
6 Agosto 1945: Hiroshima
Berlino: 1936 - 1945, La caduta degli "dei"
1939 - 1945 - Grida dalla Terra: "le cifre"
1939 - 1945 - Grida dalla Terra: i Lager
La "Guerra sporca di Mussolini"
1946 De Gasperi alla Conferenza di Parigi (audio)
Dicembre 1947: la Costituzione repubblicana
Gennaio 1948: assassinio del Mahatma Gandhi
1952: Toscanini dirige la 9a Sinfonia di Beethoven
Dopoguerra:la "denazificazione" fallisce in Germania
Dopoguerra: la "defascistizzazione" fallisce in Italia
1956 - La Rivoluzione Ungherese
1961 - 1989 - Il Muro di Berlino
1962: Il fenomeno Beatles, 79 filmati
1962: Giovanni XXIII "discorso della luna"
JFK - Berlino 1963 "Ich Bin Ein Berliner"
1963, 22 Novembre: assassinio di J.F. Kennedy
1963 - Martin Luther King: "I Have a Dream..."
1964 - 1975 la Guerra in Vietnam
1966, 4 Novembre: alluvione di Firenze
E. Fitzgerald - Berlin 1968
1968, La Rivolta studentesca in Italia
1968, 18 Marzo - Bob Kennedy, discorso Kansas Univ.
1968, 8 Giugno: Robert F. Kennedy Funeral Train
1969-1981: gli Anni di Piombo
1973, 11 Settembre - Colpo di Stato in Cile
1978 Prime Pagine dei 55 giorni del rapimento Moro
1983 - 1993: gli Anni di Fango
1992: la mafia uccide i giudici Falcone e Borsellino
1997, 6 Settembre: "Goodbye England Rose"

 



Bavaglio
di Marco Lillo, Peter Gomez e Marco Travaglio
Introduzione di Pino Corrias
Prezzo: euro 12,00
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna


I cinesi non muoiono mai
di Raffaele Oriani e Riccardo Staglianò
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
 


Il partito del cemento
di Marco Preve e Ferruccio Sansa 
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
 


Il ritorno del principe
di Saverio Lodato e Roberto Scarpinato
Prezzo: euro 15,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna


Non chiamarmi zingaro
di Pino Petruzzelli
Prezzo: euro 12,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna


L'attentato
di Andrea Casalegno
Prezzo: euro 12
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna


Voglia di cambiare
di Salvatore Giannella
Prezzo: euro 13,40
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna


Se li conosci li eviti
di Peter Gomez e Maco Travaglio
Prezzo: euro 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna


Viaggio nel silenzio
di Vania Gaito
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna
 


Doveva morire
di Ferdinando Imposimato e Sandro Provvisionato
Prezzo: 15,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna





Nostra eccellenza
di Massimo Cirri e Filippo Solibello
Prezzo: 12,00
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna
La giornata del risparmio energetico

 



Sparlamento. Vita e opere dei politici italiani

di Carmelo Lopapa
Prefazione di Dario Fo e Franca Rame
Prezzo: 14,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna
 



La Repubblica del ricatto

di Sandro Orlando 
Prefazione di Furio Colombo
Prezzo: 14,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
Gli aggiornamenti










Mani sporche
di Gianni Barbacetto, Peter Gomez, Marco Travaglio
Prezzo: 19,60
Collana: principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna
Ascolta l'incipit
 


 



 


 


 




Sante ragioni
Autori: Carla Castellacci, Telmo Pievani
Prezzo: 13,60
Collana: reverse
Vai alla rubrica
La rassegna



A piedi
Autori: Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro
Prezzo: euro 13,00
Collana: reverse 
Vai alla rubrica
La rassegna



Il giorno in cui la Francia è fallita
Autori: Philippe Jaffré, Philippe Ries
Prefazione di Francesco Giavazzi
Vai alla rubrica
La rassegna

Capitalismo di rapina
Autori: Paolo Biondani, Mario Gerevini, Vittorio Malagutti
Collana principioattivo
Vai alla rubrica
La rassegna



Toghe rotte 
A cura di Bruno Tinti 
Prefazione di Marco Travaglio
Vai alla rubrica
La rassegna
Ascolta l'incipit



Siamo Italiani
A cura di David Bidussa
Prezzo 10 euro
Vai alla rubrica
La rassegna



L'Agenda Rossa di Paolo Borsellino
Autori Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza 
Prezzo 12 euro 
Prefazione di Marco Travaglio
Vai alla rubrica
La rassegna



Il Paese della Vergogna
Autore Daniele Biacchessi
Prezzo 9,50
Prefazione di Franco Giustolisi
Vai alla rubrica
La rassegna



Italiopoli
Autore Oliviero Beha
Prezzo 13,60
Prefazione di Beppe Grillo
Vai al blog su Italiopoli
 
Giovanni&Paolo
  >



IL CANNOCCHIALE